B&B Roma

Conoscere Roma

Torre Argentina si fa bella
25 Marzo 2015

Torre Argentina si fa bella

A cura di Annalisa G+

Dopo il Colosseo e la Fontana di Trevi, Torre Argentina si prepara al restauro che la riporterà al suo antico splendore, ma bisognerà attendere il 30 ottobre 2015.

Il nuovo progetto renderà questo sito archeologico percorribile, sarà possibile camminare sulla sua originale pavimentazione dell’età di Domiziano e diventerà accessibile anche il cuore del sito: l’Area Sacra.

L’Arcus Spa ha messo a disposizione i fondi che ridaranno vigore ad uno dei siti più suggestivi di Roma per poterlo osservare da vicino e conoscere i suoi dettagli che si sono conservati dall’era Repubblicana e che risplenderanno di una nuova luce.

Il tempio della Dea Fortuna, l’area antistante il tempio della Dea Feronia, la pavimentazione, alcune mura e le aree verdi saranno tutte rimesse a nuovo, senza intaccare i dettagli artistici che l’hanno resa affascinante ed autentica.

Torre Argentina è sempre stato il sito archeologico della Città Eterna più complesso, a causa della sovrapposizione delle strutture che non hanno mai permesso di evidenziare ogni singola caratteristica di questo complesso di edifici. Ad oggi sono stati affidati dei nomi provvisori ai resti dei templi: il tempio di Giuturna, tempio di Fortuna, il tempio a Feronia e il tempio dei Lari Permarini.

Il progetto di restauro è stato voluto per valorizzare una zona che significa molto per Roma e che si aggiunge ai progetti di valorizzazione dei siti archeologici che, in questi anni, sono stati molto apprezzati dai turisti italiani e stranieri e che devono avere la possibilità di conoscere Roma in tutti i suoi splendidi particolari.

Privacy Policy Cookie Policy