B&B Roma

Conoscere Roma

Il Passetto: la strada sotterranea di Roma
04 Agosto 2015

Il Passetto: la strada sotterranea di Roma

l Passetto è la strada sotterranea del Vaticano, nascosta sotto le Mura di San Pietro. Una galleria di quasi 300 metri che, percorsa a piedi, conduce a Castel San’Angelo.

Questa Galleria si trova nella parte nord di San Pietro sotto le mura alte 10 metri parallele al colonnato del Bernini, la sua costruzione risale al sesto secolo, quando il re degli Ostrogoti fece costruire le prime mura per circondare il territorio Vaticano.

Solo nel 1377, quando i Papi tornarono a Roma per stabilire la residenza della Basilica di San Pietro si pensò ad una strada che collegasse la loro residenza al Castello. Niccolò III che fu il primo Papa trasferito a Roma, pensò di restaurare le mura del Vaticano, ormai in cattivo stato, e per l’occasione fece costruire un passaggio sotterraneo che, dai Palazzi Vaticani, portasse direttamente a Castel San’Angelo per rifugiarsi in caso di pericolo.

Dopo due secoli, vennero apportate alcune modifiche dai successivi Papi, venne trasformata in galleria da Alessandro VI che vi pose la firma, apponendo lo stemma del suo papato, visibile, ancora oggi su una delle poste vaticane all’estremità del Passetto.

Quando i confini del Vaticano vennero allargati, fu costruito un muro parallelo al Passetto e vennero aperti molti passaggi per creare una rete di strade sotterranee che permettessero vari collegamenti.

La porta di accesso al Passetto è coperta dal colonnato del Bernini e si trova tra due torri, questa porta nel tempo ha assunto diversi nomi. Inizialmente si chiamava Porta Veridaria perchè introduceva ai giardini del Vaticano, Porta dei Nibbi perchè una volta abbandonata era diventata il nido di uccelli rapaci e Porta degli svizzeri perchè è posta dietro la Caserma della guardia Svizzera.

Privacy Policy Cookie Policy